La locuzione di Anassimandro

« κατά τήν τού χρόνου τάξιν »

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Il romanzo Dedica

Dedica

L'autore dedica quest'opera, La locuzione di Anassimandro, alle ragazze, a cominciare dalle donne della sua famiglia, inclusa la sua scorbutica Santippe, a tutte quelle che ha amato e che lo hanno ricambiato amandolo e/o odiandolo. Lo hanno fatto comunque a ragion veduta.

La dedica poi agli amici: a quelli che sono ancora intorno all'autore – che sono i più appiccicosi – e a quelli che hanno preso altre strade ma che un tempo gli sono stati vicini. Anche se non ci si vede né ci si parla più, sappiano che egli serba nei loro confronti gli stessi sentimenti di affetto che ha riversato nella definizione dei suoi personaggi.

Inoltre, l'autore desidera dedicare quest'opera a tutti gli ex- liceali e ai liceali di oggi, su e giù dai tetti, a cominciare dall'amico Paolo, che studia il Greco.

 

WANTED

LITERARY AGENT

Well groomed, articulate, fluent in most spoken languages, accustomed to intercontinental commuting, acquainted with all major global publishers, well introduced in high places as well as in the lower circles where the Intelligentia gathers together. Martial art skills not a must but welcome! Apply within.