La locuzione di Anassimandro

« κατά τήν τού χρόνου τάξιν »

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Vanità
Vanità

La leggenda dei 36 uomini giusti

Martin BuberOgni generazione conosce l'avvicendarsi di 36 uomini giusti (lamedvavnikim), dalla cui condotta dipende il destino dell'umanità. «Al passaggio della bufera, l'empio cessa di essere, ma il giusto resterà saldo per sempre.» (Proverbi, 10:25). Questa precoce fonte della leggenda, implica la solidità del giusto, ferma come le fondamenta di un edificio.

 

Alto-fragile

Ecco un profilo biografico che descrive in maniera nebulosa e approssimativa l'autore e, dietro le parole, lo trincera da tutti i fallimenti le frustrazioni e gli equivoci, che però, dicono i più, sono comuni a molte biografie.

 

Mecenatismo, anonimato, eternità

Hannah ArendtUn'ulteriore riflessione, che scaturisce dal concetto di mecenatismo, andandosi a intrecciare con il problema metafisico di Anassimandro, è quella che interessa la ricerca dell'eternità.

 

Tolstoj o Dostoevskij?

DostoevskijLa lettura di un saggio di George Steiner – Tolstoj o Dostoevskij – ha fornito all'autore, oltre che illuminanti prospettive sulle figure dei due grandi scrittori, una nuova consapevolezza anche sull'opera propria di lui stesso medesimo. Delirio di grandezza, suggerirà qualcuno, del resto, è noto a tutti che chiunque abbia scritto una paginetta o due vada spesso soggetto a simili ossessioni. Consapevole della propria sindrome, il sottoscritto autore è però anche orientato a pensare che, se delirare bisogna, tanto valga delirare in compagnia dei più grandi.

 



WANTED

LITERARY AGENT

Well groomed, articulate, fluent in most spoken languages, accustomed to intercontinental commuting, acquainted with all major global publishers, well introduced in high places as well as in the lower circles where the Intelligentia gathers together. Martial art skills not a must but welcome! Apply within.