La locuzione di Anassimandro

« κατά τήν τού χρόνου τάξιν »

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Il romanzo Trama Quattro chiacchiere tra amici

Quattro chiacchiere tra amici

La trama de La locuzione di Anassimandro è in sé semplice e i personaggi che emergono dal magma della narrazione sono emblematici, pur nella loro professata laicità, delle tre fedi monoteiste. Le loro vicende si intrecciano con quelle relative all'edificazione della Fondazione.

Tony è un giovane uomo che giunge in un piccolo borgo dove ha sede un'importante centro istituzionale. Qui conosce un facoltoso avvocato ebreo, Simon, che gli rivela, nel corso di ripetute uscite in barca, i retroscena riguardanti l'edificazione della “Fondazione”, l'istituzione più significativa del luogo, e di Aadil, l'arabo che ne ha reso possibile la realizzazione. Durante un'escursione, Tony incontra una ragazza che studia in un altro paese europeo, Ann.

Nasce una relazione sentimentale, ma alla fina dell'anno accademico l'americana decide di rientrare negli Usa dove è nata. L'uomo sarebbe disposto a seguirla ma è trattenuto dall'affetto per il padre, Loris, vedovo, ricoverato in una struttura pubblica, impegnato nell'interpretazione del frammento filosofico scritto più antico di cui si sia a conoscenza: la locuzione di Anassimandro.

Parallelamente, Tony apprende, a più riprese, come una traccia costante che attraversa le vicende del suo soggiorno nel borgo marittimo, i retroscena relativi a questo visionario e utopistico progetto, la Fondazione, e dell'arabo che, con la sua condotta clamorosa, ne ha determinato l'edificazione.

Alla fine sarà il destino a guidare il futuro dei due giovani e a Tony, risolto anche l'enigma innestato nella locuzione di Anassimandro, non resterà che realizzare di aver superato una tappa fondamentale sul cammino della maturità e di aver guadagnato una nuova consapevolezza come uomo e come cittadino di questo pianeta.

––> I personaggi

 

WANTED

LITERARY AGENT

Well groomed, articulate, fluent in most spoken languages, accustomed to intercontinental commuting, acquainted with all major global publishers, well introduced in high places as well as in the lower circles where the Intelligentia gathers together. Martial art skills not a must but welcome! Apply within.